L’arrampicata artificiale (con l’ausilio di staffe, friends, nuts e chiodi per la progressione) è stata la madre dell’arrampicata per come la conosciamo oggi e ci ha permesso di superare pareti e passaggi impossibili per le nostre capacità.

Imparare a piazzare vari tipi di protezioni e prendere fiducia sulla loro tenuta è una arte.

Lo stage di arrampicata artificiale di Milano Adventure non solo ci insegna a muoverci su questo tipo di terreno un po’ retrò, ma permetterà di scoprire vari trucchetti per riuscire a salire vie con passaggi fuori dalla nostra portata!

Contenuti

Progressione “corda corta” su terreno roccioso

Dove

Sasso Remenno – Val Masino

Durata

2 Giorni

OBIETTIVI

Scopriremo tutti i sistemi che possono aiutarci a salire velocemente tratti che non riusciamo a scalare tramite l’utilizzo di strumenti “artificiali”. Andremo a testare la tenuta delle protezioni che piazzeremo e proveremo a piantare i vari tipi di chiodi per prendere più consapevolezza sul loro funzionamento. Infine ci spingeremo nella parte più psicologica di questo mondo con l’utilizzo di cliff e copperheads

ESPERIENZA RICHIESTA

Richiesta buona padronanza nell’arrampicata in falesia e familiarità con le protezioni veloci

DIFFICOLTA’

Media

IMPEGNO

Basso

La Guida alpina si riserva di variare il programma in funzione delle condizione meteorologiche, nivometeorologiche e del livello tecnico e fisico dei partecipanti, al fine di  garantire la sicurezza ed il corretto svolgimento della salita

Le nostre proposte